A casa di Sonia Piscicelli, blogger de ilpastonudo.it

ottobre 1, 2013
A casa di Sonia Piscicelli, blogger de ilpastonudo.it

 

Ci racconti chi sei e che cosa fai?



Sono una persona testarda, orgogliosa (mio malgrado), intuitiva, svanìta, instabile, mi piace tutto ciò che è nuovo; amo imparare, studiare, e sono naturalmente creativa in tutto. Sono ingenua al limite del ridicolo, non fumo, non mi drogo (sono già dopata naturalmente); le mie parole chiave sono sincerità, rispetto, pace, libertà, condivisione.

Ci vuoi parlare di ciò che ti piace fare e della tua passione per la cucina?

Mi piace creare in generale, ma soprattutto creare qualcosa di tangibile, che abbia un inizio e una fine, come i piatti che cucino (finiscono velocissimamente!). Amo mangiare, mangiare bene e in modo sano, e mi piace moltissimo autoprodurre ciò che mangio. Adoro andare a trovare i produttori e guardare come realizzano quello che arriva sulla nostra tavola. Mi annoio facilmente e difficilmente preparo lo stesso piatto più di una volta (a meno che non sia riuscito male!). Il nuovo vince sempre sul vecchio, anche se il vecchio è buonissimo 🙂

Che cos’hai trovato nel box di portaNatura che ti ha ispirato?
Ad esempio la zucca hokkaido, che è un ortaggio super versatile con il quale si può fare veramente qualsiasi cosa. Ma in generale tutto quello che c’era dentro al box mi ispirava. Più il cibo è bello e sano e più mi ispira. Pure le patate e l’insalata!

In questa stagione che cos’hai voglia di cucinare (o di farti preparare!)?
Stranamente (non è da me) ho più voglia di cose salate che dolci. Visto che sta arrivando l’autunno, ho più voglia di zuppe calde, vellutate, minestre, magari con radici varie e tante tante erbe aromatiche (ne ho una collezione sul balcone di casa).

Che cosa non manca mai nel tuo frigorifero?


Uhm. Le uova, il latte, lo yogurt, frutta e verdura (anche se non mi piace tenerle in frigo), zenzero, creme di semi oleosi, parmigiano reggiano, olii vari anche non mangerecci (tipo iperico, elicriso etc).

Vuoi rivelarci una tua fissazione green (per esempio, mangiare i broccoli almeno una volta alla settimana, spalancare le finestre tutte le mattine anche se ci sono 2° C, riciclare tutto, sfinire gli amici che usano troppo l’automobile…)?
Eheheh, spalanco le finestre mattina e sera pure se fa freddissimo (magari se fa proprio freddo freddo solo uno spiraglio, và). Lavo sempre metodicamente tutte le cose che riciclo prima di gettarle, non compro nulla che sia di plastica a meno che non ci sia proprio nessuna alternativa, compresi i capi di vestiario, nessuna fibra sintetica. Niente di sintetico anche in tutto ciò che uso per la cura personale mia e della mia famiglia e per la pulizia della casa.

 

Qual è un rito che ti piace celebrare nella tua cucina?
Mi piace moltissimo la colazione, ma ho bisogno di trovare al mattino la cucina perfettamente in ordine e pulita altrimenti mi deprimo. Solo che odio pulire. Il mio più grande desiderio (a parte le cose fondamentali, che già ho) è avere una mami che viva in casa e faccia tutto lei, tranne stendere e ritirare i panni nella bella stagione, perché adoro farlo. Magari disponibile anche per chiacchierate 🙂