Zucchine per tutti

Zucchine per tutti

La zucchina è un vegetale appartenente alla famiglia delle Curcubitaceae proveniente dall’America centrale.  E’ una pianta annuale, con fusto erbaceo flessibile strisciante o rampicante che produce un frutto che si definisce “immaturo”: le zucchine vengono raccolte acerbe, quando sono lunghe circa 20 centimetri, impedendo così che crescano e maturino fino a diventare una zucca.

 

I fiori maschili si protendono dal fusto attraverso uno stelo sottile, mentre quelli femminili si sviluppano all’estremità del frutto.

 

La presenza di una leggera peluria sulla superficie della zucchina è un chiaro indice di freschezza del prodotto.

 

Le zucchine sono particolarmente adatte a chi sta seguendo una dieta ipocalorica, ssono inoltre particolarmente ricche di acqua e di carboidrati mentre le proteine e i lipidi (di tipo insaturo) sono presenti in percentuali minori. Sono indicate nella cura della stitichezza nonchè nella prevenzione dei tumori del colon: la sua buccia, infatti, è molto ricca di fibre alimentari che, com’è noto, sono ottime per combattere la stitichezza, poichè possiedono proprietà emollienti. Contengono inoltre ottimi antiossidanti e  flavonoidi, come caroteni, luteina e zeaxantina. Dal punto di vista vitaminico le zucchine contengono vitamina C, retinolo equivalenti (vit. A) e acido folico. Infine, sono molto ricche di Sali minerali come manganese e potassio, due sali molti utili per il riequili brio osmotico dell’organismo. In particolare, il potassio aiuta a ridurre la pressione arteriosa e la frequenza cardiaca contrastando gli effetti del sodio mentre il manganese regola alcuni meccanismi biologici come, ad esempio, l’attività tiroidea, la glicemia ed il colesterolo.

Tante le preparazioni che si possono fare con le zucchine: sono tutte molto gradite, poiché è un ortaggio versatile ed apprezzato anche dai bambini.

 

Queste ricette sono solo alcune:

 

Millefoglie alla clorofilla

 

Zucchine tonde con ripieno a sorpresa

 

Muffin di zucchine e speck

 

Sformato di broccoli e zucchine

INSALATE INVERNALI

INSALATE INVERNALI

Mangiamo solitamente più insalate nel periodo primaverile ed estivo, questo è corretto dal punto di vista alimentare poiché nel periodo invernale o autunnale il nostro fuoco digestivo (la nostra capacità di digerire ed assimilare) è ridotto, così come il nostro metabolismo: è il ciclo stagionale che si avvicenda, il rispetto di questi meccanismi sia con l’alimentazione che con lo stile di vita ci porta ad avere un maggiore equilibrio psico-fisico. Questa è una delle ragioni per la quale sarebbe bene seguire il ritmo delle stagioni anche rispetto la tipologia di alimenti da assumere, in primis frutta e verdura.

In inverno vale il principio, secondo la scienza ayurvedica, di consumare prevalentemente cibi cotti.

 

Un ottimo suggerimento potrebbe essere quello di preparare delle insalate invernali, rigorosamente con verdure di stagione, ad esempio, con radicchi, insalata scarola, puntarelle, cavolo verza o cavolo cappuccio, etc…, tagliati finemente e conditi come condiamo solitamente un’insalata, con olio sale, poco aceto, e fatte saltare in pentola antiaderente per 2-3 minuti (stufare).

“Happy cow burger” (burger vegetale)

Ecco l’ultima ricetta della nostra amica e vegan chef Elisabetta: un piatto completo, ricco, gustoso e bellissimo da vedere.

Ingredienti per i burger:

– una tazza da te di farina di ceci

– nocciole fresche polverizzate nel mixer

– semi di zucca

– un po di curry

– uno spicchio di cipolla rossa

– meno di mezzo cucchiaino di sciroppo di dattero o di agave

– un pochino di polvere di semi di senape

– un po d’acqua per amalgamare gli ingredienti

 

Procedimento per i burger:

Amalgamare tutti gli ingredienti e formare due burger di altezza 1,5 o 2 cm, cuocerli in una padella di pietra con fondo antiaderente, con una forchetta di legno bucarli leggermente, coprire perché si cuociano bene dentro, senza il fuoco troppo alto, poi togliere il coperchio e far dorare su entrambi i lati.

 

Preparazione del sughetto per tutto il piatto: in una ciotola versare abbondante olio extravergine di oliva delicato, mix di spezie, cipolla, un pò di pinoli, alloro, un pochino di sciroppo di dattero o di agave. Amagalmare e lasciare riposare un pochino.

Cuocere a vapore un po di zucca con la buccia e delle patate gialle. Si possono cuocere già tagliate a spicchi.

Servite mettendo al centro i burger, aggiungetevi un pò di sugo sopra, disponete le fette di patate e di zucca attorno e servite.

IMG_9474

Jacket Potatoes (o patate in camicia)

Jacket Potatoes (o patate in camicia)

potat

Le gustosissime Jacket Potatoes o patate in camicia sono uno dei piatti più british che ci sia: patate cotte al forno intere e con la buccia che poi vengono condite in vari modi. Servono delle patate di medie/grandi dimensioni e farinose: le patate a pasta bianca sono perfette da usare per questa ricetta.

Procedimento: prendere le patate, lavarle bene e asciugarle. Pizzicare le patate con la forchetta molte volte, spalmarle leggermente nell’olio, salare e metterle nel forno a 200° per un’ora e mezza o due ore (dipende dalla dimensione della patata).

Quando le patate sono cotte, bisogna tagliarle a metà, spalmarci un po’ di burro ed amalgamarlo con la polpa della patata ed ecco che le Jacket Potatoes sono belle e pronte da mangiare. Puoi farcire le tue jacket potatoes come preferisci: con formaggio, salumi, verdure o salse fatte da voi in casa.

 

potato

Farro, zucca arrosto e formaggio

Farro, zucca arrosto e formaggio

Ingredienti: 200gr farro, 10gr sale, 1 zucca a cubetti, 1 cipolla rossa, timo fresco tritato, 45ml olio EVO, 15ml aceto balsamico, 130gr nocciole tritate, 80gr formaggio di capra.

Procedimento: unisci il farro, il sale e l’acqua in una grande padella. Copri e lascia a fuoco lento, mescolando di tanto in tanto, fino a quando il farro diventa tenero. Togli dal fuoco, scola l’acqua in eccesso, e metti da parte. Mentre il farro cuoce preriscalda il forno a 190°, metti la zucca, la cipolla e il timo con l’olio d’oliva, l’aceto balsamico e un paio di pizzichi di sale su un foglio di carta da forno dentro ad una teglia. Disponi un unico strato e metti in forno per circa 20 minuti. Togli dal forno e lascia raffreddare. Unisci il tutto in una grande ciotola con dell’olio d’oliva, aggiungi il formaggio di capra a tocchetti, spolvera con le nocciole tritate e servi.

Pizzette di melanzane nere

Pizzette di melanzane nere

Ingredienti: 2 melanzane nere, 100 g di mozzarella, olio evo, salsa di pomodoro o pomodorini freschi, olive (a scelta), sale, basilico.

pizzette2

Procedimento: lava le melanzane e tagliale a fette di circa 3 mm di spessore. Disponi le fette su una teglia rivestita di carta da forno, salale leggermente e ungile con un filo di olio. Cuoci le melanzane nel forno già caldo a 180° per circa 15 minuti, finché non saranno dorate e giunte praticamente a cottura. Tirale fuori dal forno, ricoprile con la salsa o il pomodoro fresco a cubetti, il basilico e la mozzarella a dadini. Puoi aggiungere anche delle olive. Quindi ripassa tutto in forno per 3-4 minuti, giusto il tempo che la mozzarella si sciogli. Servile calde.

Risotto con zucca Delica

Risotto con zucca Delica

Ingredienti:

300 gr di riso per risotti integrale

350 gr di zucca pulita

1 cipolla

cipolla, carota, sedano, acqua per il brodo vegetale

1/2 bicchiere di vino bianco

1 rametto di rosmarino

noce moscata

olio extravergine di oliva

sale integrale

pepe

 

 

risotto-zucca

Procedimento: prepara il brodo vegetale facendo bollire cipolla, carota e sedano in acqua leggermente salata. Taglia via dalla zucca la parte superiore, come se fosse un coperchio, e svuotala della polpa tenendo intera la buccia. Cuoci la polpa a vapore per 10/15 minuti (oppure falla cuocere in un dito di brodo vegetale) e passane al settaccio o schiacciane metà con la forchetta. Trita la cipolla e falla appassire in un filo d’olio, aggiungi il riso e tostalo velocemente.
Comincia ad aggiungere il brodo caldo, un mestolo alla volta man mano che si asciuga. A metà cottura unisci la zucca frullata e quella a pezzetti e fai insaporire mescolando. A fine cottura spegni il fuoco e aggiungi il rosmarino, un pizzico di pepe, una grattata di noce moscata e un filo d’olio a crudo.

Mescola bene e per stupire i tuoi ospiti servi il risotto nella zucca svuotata!

Tortino di melanzane e patate rosse

Tortino di melanzane e patate rosse

Ingredienti : 2 melanzane piccole, 3 patate rosse piccole, 2 mozzarelle da 200 g ciascuna, 5-6 pomodorini ciliegino, un ciuffetto di basilico, pan grattato q.b., pecorino grattugiato q.b., sale q.b., olio

Procedimento: Riduci a fette sottili le melanzane e le patate. Ungi con un po’ d’olio due terrine e disponi un primo strato di melanzane e condisci con un pizzico di sale. Copri con uno strato di patate e poi uno di mozzarella.
Ripeti l’operazione con un altro strato di melanzane, un pizzico di sale, le foglioline di basilico ed infine le patate. Condisci con dei pomodorini ciliegino, pan grattato, pecorino grattugiato, un filo d’olio e un pizzico di sale. Cuoci in forno pre-riscaldato, modalità ventilato a 200 °C per circa 30-40 minuti. Il tortino è cotto quando vedrai crearsi una crosticina in superficie.
Consuma caldo o tiepido con la mozzarella ancora filante.

Ricetta riciclo: pesto di ciuffi di carote

Ricetta riciclo: pesto di ciuffi di carote

Ingredienti: ciuffi di carote, frutta secca a piacere (mandorle, pinoli o noci), aglio, sale, olio e limone (facoltativo).

pesto

Procedimento: stacca delicatamente i ciuffi dalle carote. Ricava solo le foglioline, lavale e falle asciugare bene su un canovaccio. Utilizzando un mortaio o il frullatore, raccogli insieme le foglioline ben asciutte, la frutta secca, l’aglio e il sale grosso. Aggiungi gradualmente tanto olio quanto ne serve a ottenere una crema liscia e omogenea, e se ti piace il gusto, un pò di limone spremuto. Ricordati che potrai sempre, una volta cotta la pasta, diluire il pesto con qualche cucchiaio di acqua di cottura.

Puoi usare questo pesto per condire la pasta, delle verdure o come salsina sul pane. Buon appetito!

Ecco altri suggerimenti per usare i ciuffi di carote:

– Lavali, sminuzzali e mangiali in insalata, dopo avere tolto i gambi più duri.

– Sminuzzali ed aggiungili al minestrone.

– Aggiungili al ripieno di torte salate o quiche.

Consiglio: per impedire che i ciuffetti appassiscano, basta tagliarli via dalla carota e riporli in un vaso con dell’acqua come fossero un bel mazzetto di fiori o di erbette aromatiche. In questo modo, resisteranno qualche giorno dalla recisione e li potrai usare per le tue ricette.


Array
(
)