Il cavolo cappuccio rosso

novembre 5, 2017
Il cavolo cappuccio rosso

Crudo o cotto il cavolo cappuccio rosso è sempre un grande stimolo per il palato.
Contiene 10 volte la quantità di vitamina A e il doppio di ferro rispetto al cavolo verde, ed è parente dei cavoli verza, del cavolfiore, dei broccoli e delle cime di rapa. Perché dunque è rosso? È la presenza delle antocianine che lo pigmenta di rosso, oltre al pH del terreno che lo fa variare di sfumature: rosso o magenta sui terreni acidi, porpora sui quelli neutri, blu, gialle o verdone per i terreni alcalini. Bisogna ricordarsi però che per mantenere il suo colore dopo cotto bisogna aggiungere aceto, succo di limone o frutta acidula durante la cottura. Per questo si gusta un po’ ovunque, dal Nord Europa alle Americhe e alla Cina, in preparazioni agrodolci che ne esaltano il gusto e… la bellezza! Ma ricordatevi che il suo succo macchia mani e vestiti, maneggiatelo con cura! Noi l’abbiamo messo in fagotto, anzi, fagottini… Ecco la RICETTA