L’importanza di mangiare secondo stagione

gennaio 25, 2013
L'importanza di mangiare secondo stagione

L’alternarsi delle stagioni serve alla natura e anche al nostro organismo per rigenerarsi: d’inverno c’è meno luce, i campi dormono e anche noi rallentiamo un po’ il ritmo. Dormiamo di più, abbiamo fame di cibi più nutrienti e la natura ci offre ciò che ci serve per un’alimentazione equilibrata.

Quando le giornate si allungano, la campagna si risveglia, iniziano le semine, spuntano i germogli delle nuove piante. La primavera fa bene anche a noi che, riposati dall’inverno, scopriamo di avere tante energie da dedicare alle cose che ci piacciono di più, tra cui magari anche cucinare piatti colorati e pieni di sapore.

Mangiare prodotti stagionali significa, soprattutto, mangiare cibi che sono ricchi di vitamine e dei preziosi elementi nutritivi che ci servono. Che gusto c’è a mangiare un pomodoro a gennaio? Il suo sapore non ricorda affatto il sole e l’aria aperta dei pomidoro estivi e neanche il suo valore nutritivo è lo stesso. La frutta e la verdura che viaggiano da un continente all’altro non sono più tanto fresche quando arrivano da noi e hanno perso buona parte dei loro nutrienti.

Mangiamo secondo natura per riscoprire i sapori veri e per volerci bene anche a tavola.