Piselli, alleati del cuore

aprile 10, 2014
Piselli, alleati del cuore

pea_16x9

Lo sapevate che i piselli contengono importanti quantità di vitamine del gruppo B, ma anche vitamina A e C (attenzione, però, se li cuocete troppe, le vitamine si perdono!). Contengono anche una buona quantità di potassio (prezioso per riequilibrare la diuresi, soprattutto nei cardiopatici),  fosforo, magnesio, calcio, ferro, selenio e zinco, questi ultimi due potenti antiossidanti. Il contenuto di acqua diminuisce col grado di maturazione e il suo posto è occupato dai carboidrati, circa 12 g ogni 100 g di piselli puliti. Le fibre sono il 4-6%: sono costituite da emicellulosa mentre, nei legumi maturi, si trova soprattutto lignina insolubile, che ha un’azione stimolante sull’intestino. Anche il valore proteico è piuttosto alto (6 g per etto di prodotto): per questo i piselli, abbinati a dei carboidrati (riso, pasta), sono dei validi sostituti della carne.

I piselli perciò sono  veri e propri integratori: rappresentano un alimento importante per rafforzare le difese naturali dell’organismo, stimolano la diuresi e la corretta funzionalità e motilità intestinale e riequilibrano la funzionalità cardiaca.

Una cura? Mangiate 100 grammi di piselli al giorno!

I piselli aiutano a mantenere in buona salute l’apparato cardiovascolare attraverso un controllo dei livelli di colesterolo LDL (quello “cattivo”) che circola nel sangue. Secondo una ricerca pubblicata su Nutrition Metabolismo and Cardiovascolare Diseases e condotta dalla ricercatrice italiana Lidia Bazzano, consumare ogni giorno per almeno tre settimane 80 – 140 grammi di piselli porterebbe a una riduzione del colesterolo LDL di 8 mg/dl. Mantenere ottimali calori di colesterolo nel sangue è molto importante per prevenire eventi patologici quali ictus, infarto, Alzheimer, e conservare in perfetta funzionalità cuore e vasi.