Il miele monofloreale – l’acacia

settembre 13, 2013
Il miele monofloreale - l'acacia

L’albero

L’Acacia è un albero di origine americana, introdotta dal XVII secolo in Europa e oggi molto diffusa nei boschi del centro nord Italia. Ha fiori bianchi che in maggio riempono l’aria di un profumo intenso e dolce.

Il Miele

Colore: trasparente, quasi cristallino
Naso: fine, di fiori bianchi, confetto, bacca di vaniglia
Bocca: tenue, dolce e setoso con lieve nota di mandorla sul finale
Con i formaggi: con ricotte ben stagionate
Per i bimbi: nello yogurt al mattino, nelle macedonie di frutta, al posto dello zucchero nelle uova sbattute
Per i gourmet: mantecarci un formaggio erborinato di media stagionatura e aggiungere un trito di mandorle e briciole di pane biscottato: tartine indimenticabili
Le sue bevande: Un vino secco da uve aromatiche o un giovane Marsala; in tutti i decotti e caffè e tisane
Curiosità: sai perché non il miele di acacia è più fluido e non critallizza? Perchè ha un altissimo contenuto di fruttosio rispetto al glucosio.

Informazioni tratte da Dizionario dei mieli nomadi, Corraini Edizioni