Radici e tuberi: l’essenza della pianta

maggio 10, 2016
Radici e tuberi: l'essenza della pianta

tuberi_radici

La complessità del mondo vegetale non sempre è visibile ai nostri occhi: c’è tutto un mondo sotto i nostri piedi, che spesso viene dimenticato perché poco conosciuto o difficile da reperire.
La radice rappresenta l’essenza della pianta, dal quale tutto ciò che cresce in superficie e di cui ci alimentiamo trae nutrimento. Ha il compito di assorbire le sostanze necessarie alla pianta, ha una funzione di ancoraggio e produce gli ormoni che aiutano la crescita del germoglio: è quando spunta la radice che si innesca la vita nel seme.
Può capitare che una parte della radice si specializzi e si ingrossi per diventare una raccolta di acqua e sali di riserva nel caso in cui il terreno ne fosse privo: è il caso della radice tuberiforme. Puoi immaginare quante proprietà contengano e quanto ci facciano bene questi “magazzini” collegati direttamente alla terra!

Le radici vanno distinte dai tuberi che sono un ingrossamento di una parte del fusto della pianta, e non della radice stessa. Anche i tuberi assolvono la funzione di organo di riserva, accumulando zuccheri e acqua per permettere alla pianta di sopravvivere all’inverno. Ma mentre una porzione di radice non basta da sola a rigenerarsi, una parte di tubero può permettere il propagamento della pianta: da un pezzo di carota non nascerà una carota, ma da un pezzo di patata nasceranno altre patate!