STORIA DI UN RAPERONZOLO…

febbraio 9, 2017
STORIA DI UN RAPERONZOLO...

La rapa rossa in cucina

La rapa rossa si può mangiare sia cruda sia cotta; in commercio esistono le confezio­ni sottovuoto di rape rosse semicotte. Se si decide di comprarla fresca, si deve sce­gliere una radice soda, priva di muffa, non troppo grande. In frigorifero si può conser­vare per svariati giorni, anche settimane. Si può anche congelare, dopo averla fatta bollire per qualche minuto. Ovviamente la rapa rossa da cruda mantiene più sostanze nutritive, e può essere consumata dopo essere stata affettata o grattuggiata;

Sia cruda sia cotta può essere servita in in­salata, condita con olio e limone. Se si de­cide di consumarla cotta, la rapa rossa può essere lessata, saltata in padella o cotta in forno. Oltre ad essere presentata da sola, in insalata o come contorno, può fungere da ingrediente per piatti più complessi, come il risotto. Può essere consumata sia calda sia fredda.

Un altro modo per assumerla è in forma di decotto, che ha proprietà depurative e digestive.